Old Posts


La Fotocamera del Futuro 2


OlySc

Olympus FlashAir SD



Ecco un altro passo verso la condivisione immediata delle immagini scattate da una compatta. L'Olympus propone la sua FlashAir SD. Basta lanciare dal proprio smartphone l'applicazione Olympus Image Share, disponibile iOS e Android, e la condivisione è pronta e servita! :-) Ad immagine e somiglianza di Instagram non mancano gli "Art Filter" ( ma và? ). La compatta naturalmente deve essere compatibile con questo tipo di SD ( prodotta dalla Toshiba ).

Dopo l'importazione, naturalmente c'è la possibilità di condividere le foto  con Facebokk, Twitter et similari. Non solo: una singola SD può essere collegata a diversi smartphone, estendendo la condivisione delle immagini con tutti gli amici con cui ti trovi. E Naturalmente senza nessun PC a fare da tramite. Credo che tra meno di 1 anno, tutte le compatte avranno una soluzione similare completamente integrata, senza dover mettere una SD customizzata.




La compatta di oggi..che era futuro ieri!


GalCa

Galaxy Camera


Non faccio in tempo a buttarmi in strane previsioni futuristiche che il presente mi è già sfrecciato davanti… e la macchina fotografica compatta con connessione dati, Android e naturalmente Instagram è già in vendita… ehhhh stavolta sono davvero "arrivato due". Allora siamo già davvero all'anello di congiunzione tra il cellulare, la  fotografia e la condivisione mondiale? Questo è un primo sassolino e poi vedremo se anche questa "modalità" sarà implementata anche sulle reflex e sulle ammiraglie-reflex! Sì, perchè la tecnologià, in fotografia, scende dall'alto verso il basso: ad esempio i sensori… prima solo sulle reflex di alto bordo e poi,piano-piano, anche sulle compatte. Ma forse questo è un discorso che vale anche a livello generale…per tutta la tecnologia.

Una sola constatazione: temo che sulle macchine che sfornano file RAW, e quindi per definizione, un sistema proprietario, sarà un problema mettere un software aperto come Android.. Bah! Vedremo. Però è noto che alcune parti dei file digitali RAW delle grandi case sono criptati e quindi solo chi li produce riesce a gestirli al meglio nella post-produzione.



La Fotocamera del Futuro


Insta



Come sarà la fotocamera del futuro? Ogni tanto nella storia ci sono delle piccolissime invenzioni che partono in sordina, ma piano piano "sconvolgono" la società, le abitudini, il nostro modo di essere. Alcuni esempi? Il più banale è Facebook: se Gesù fosse nato ai tempi nostri e non fosse su Facebook…chi lo seguirebbe?? Un altro esempio, che ai più forse non sarà sembrato tanto importante è Linux, il sistema operatico per i computer. Oggi, grazie a Windows Vista (il peggior sistema operativo dopo l'invenzione della ruota) , è salito agli onori della cronaca, ma solo per quanto riguarda il suo utilizzo sui PC di casa…ma forse non tutti sanno che la maggior parte della infrastruttura di Internet si basa su Linux! Un ultimo esempio, ma basilare: l'invenzione del transistor, un oggetto piccolissimo da cui è nata la grande "valanga" tecnologica…senza quello oggi non saremmo tutti con uno e/p più computer in tasca: il primo fra tutti il cellulare. E proprio dagli smartphone, grazie ad una piccolissima applicazione,Instagram, è partita la nuova rivoluzione: la condivisione immediata delle immagini. La componente più importante nelle nuove fotocamere, non sarà il sensore, o lo zoom, o la memoria, o la velocità: sarà la possibilità di postare su internet l'immagine scattata. Sono già nate fotocamere, con il  sistema operativo Android, che permettono di fare questo e secondo me, almeno per quanto riguarda le compatte, tutte le nuove saranno tagliate fuori senza Instagram. 

Che importa avere 800 megapixel? Niente! Tanto la foto deve andare su internet: quindi bastano 72dpi. 

Che importa lo zoom 1000X? Niente! Tanto la foto viene bene anche con lo smartphone:quindi niente zoom. 

Che importa se la foto non è tecnicamente perfetta? Niente! Tanto la foto viene stravolta dal filtro dell'applicazione: quindi niente perfezione! 

Insomma di quello che serviva prima per fare una foto, domani non servirà niente?? 

Ok, dai stavo solo scherzando … o no?? :-) :-)


PS:Naturalmente sto parlando di macchine fotografiche compatte, per le reflex il discorso è ben diverso, ma la condivisione rimane.



Firmware 1.5 per OM-D E-M5


firmware


Annunciato un pochino in sordina (non ho trovato nulla sul sito Olympus Italia e neppure Usa) è stato rilasciato il nuovo firmware per la OM-D. La notizia l'ho letta su www.43rumors.com.


L'aggiornamento risolve qualche piccolo problema tra cui:


- E' stato diminuito il rumorino dello stabilizzatore (in posizione di riposo)!!!

  

- E' stato abilitato l'uso dello Stabilizzatore Immagine impostando la lunghezza focale di un obiettivo OM collegato con un adattatore anche in modalità Video.


Prima della 1.5 bisogna aggiornare alla 1.4, ma a questo ci "pensa" già il software di aggiornamento: "Olympus Digital Camera Updater".


Ps: Cara Olympus a cosa serve aprire un account e registrare la OM-D sul vostro sito quando neppure inviate una e-mail con la notizia degli aggiornamenti? Ma non lo sapete che gli utenti sono tremendamente affamati di firmware??



Problema AF risolto sulla Nikon D800


Autof

Modulo Autofocus Nikon D800 MultiCAM 3500FX


Dalla fine di maggio è stato riscontrato da molti utenti un problema di micro messa a fuoco sulla neonata Nikon D800. Beh, si sa che spesso, forse nella foga di sfornare il prima possibile il nuovo prodotto, qualcosa … "scappi" … ma oggi anche il più piccolo difettuccio, grazie alla rete, si trasforma in una valanga di reclami..sopratutto quando il difetto non viene riconosciuto dalla casa madre… In ogni caso qualche giorno fa ( siamo a fine  settembre, quando è da maggio che si è a conoscenza del malfunzionamento) la Nikon ha riconosciuto e trovato e la causa del problema (anche se ancora non sappiamo su quali lotti di produzione e quindi i numeri di serie delle macchine difettose).


Riassumendo:


1) Il problema è stato eliminato sulla produzione attuale.


2) Il problema deve essere risolto nei centri di assistenza ufficiali.


3) La causa principale è un disallineamento del modulo AF al di fuori delle tolleranze previste.


4) La procedura di messa a posto è particolarmente complessa: tra le altre cose devono essere riscritti alcuni valori di taratura nel firmware (valori che variano a seconda della macchina,di volta in volta devono analizzarne il firmware). Per gli errori di deviazioni più grandi del fuoco, il modulo AF deve essere meccanicamente riallineato. 


5) La nuova calibrazione di risolvere completamente il problema, e quindi la macchina risulta efficiente come una appena uscita di produzione.


6) La Nikon non sa quanti lotti di inizio produzione siano  stati colpiti (oddio ho usato un congiuntivo!) ….e comunque ne minimizza il numero.




Olympus e la nuova E-P3


e-p3

E-P3


Olympus ha "rivelato" che sta lavorando al modello successore della E-P3. Beh non capisco dove sia la notizia!! Le case costruttrici quando mai si sono fermate ad un modello? L'unico dubbio che c'è casomai è la data di uscita, ma la E-P3 ormai è del 2011 e quindi vicina alla pensione ( bon per lei, solo dopo due anni di lavoro! ). Le caratteristiche del nuovo modello naturalmente non sono state rivelate, l'Olympus parla di una macchina completamente differente, e vista la concorrenza, secondo me avrà il mirino integrato ( finalmente! ), ma il look rimarrà lo stesso ( come i modelli delle due sorelline E-PM2 e E-PL5 che sono identiche alle precedenti )… e questo lo spero vivamente visto che le PEN sono bellissime.



Olympus OM-D E-M5


OMDEM5P


Uno sguardo rivolto sempre al futuro, ma con un pensierino verso il passato:  sembra ormai essere questa la filosofia della Olympus che, dopo la fortunata riedizione della PEN, oggi ci propone la versione “digital” della storica serie OM: la OM-D E-M5 ( intanto mi piacerebbe vedere la faccia di chi ha elucubrato questo nome!).  Una macchina dunque con un design anni 60 al cui interno si trova il top della tecnologia micro-43, e la Olympus, da sempre simbolo d’innovazione tecnologica, introduce nella OM-D per la prima volta una stabilizzazione su 5 assi, come una perfetta (e vera) tropicalizzazione che, secondo me, va ben oltre quello che si è visto fino ad ora sulle reflex più blasonate: ho visto vuotare una bottiglia d’acqua sulla OM-D oppure usarla sotto la doccia! 

Le mie prime impressioni d'uso sono molto favorevoli: è piccola e leggera ma si maneggia bene (oddio i tastini-ini sono proprio al limite), è personalizzabile a nostra immagine e somiglianza (parlo di associare diverse funzioni ai tasti) e le immagini che sforna sono davvero notevoli. Chi vuole trovare i suoi difetti lo fa, sbagliando, paragonandola ad una reflex: non è una reflex! L'autofocus può arrivare a 9 fotogrammi al secondoperò la messa a fuoco è bloccata sul primo scatto. Il mirino elettronico è eccellente..ma il mirino ottico di una reflex in confronto è straordinario. Qui i miei personalissimi "tips & tricks".



Into the Landscape


Non ci sarà più il Digital Photo Fest, ma noi a Lucca le mostre continuiamo a farle! E quindi con molto piacere pubblico la notizia della nuova mostra fotografica di Filippo Brancoli Pantera: Into the Landscape. Dal 26 Ottobre al 25 Novembre, presso la Galleria 38 in via del Battistero 38 a Lucca.


Immagine




Lucca Photo Fest 2012


Questa è una bruttissima notizia! Il LuccaDigitalPhotoFest non si farà più!! La città di Lucca perde così una manifestazione che in pochi anni aveva raggiunto una notevole importanza a livello europeo. Il motivo? Semplice, ma allo stesso tempo difficile, i soldi. Il Comune così perde l'ennesima occasione per portare turisti in città. Ma ci perde ancor di più la Cultura..specie quella fotografica che in Italia ancora non è considerata…e andando avanti di questo passo, lo sarà ancor di più. Peccato, peccato, peccato…

Meno male che il World Press Photo si terrà lo stesso: dal 24 novembre al 16 dicembre a Villa Bottini.


 

Chi l'ha visto?


La Fujifilm Finepix X100 avrà la lente grandangolare WCL-X100. 




Questo è stato annunciato già diversi mesi fa..e doveva essere disponibile da luglio..ma ancora non si è visto, almeno in Italia.

Bah!


Canon Powershot G15


G15


Questa la nuova nata della serie Powershot..pensata per i fotografi professionisti, come sottolinea la casamadre. Ecco io ho i miei personalissimi dubbi! Prima di tutto il sensore, di tipo 1/1.7 , che, pur essendo di taglia più grande rispetto alle altre compatte, di certo non può competere con un APS-C ( ma anche 4/3) : sopratutto a livello di rumore. Mentre l'obiettivo ha una luminosità davvero interessante (1.8 - 2.8 ), quello che, secondo me, potrebbe lasciare a desiderare un professionista è la copertura del mirino ottico: non ho ancora provato la macchina, ma nella G12 era soll dell' 80%….un po' troppo pochino!


© Raffaello Ferrari 2012