Nuovi Tips&Tricks per la OM-D E-M5


Girovagando per la rete ho trovato questi utili, e non sempre scontati, Tips&Tricks per ottere il massimo dalle molte opzioni della Olympus OM-D E-M5.


1) La funzione della stabilizzazione è attivata premendo a metà corsa il pulsante di scatto mettendo su "ON" l'opzione "RIs a metà con IS" dal Menu Custom C ( su "OFF" lo stabilizzatore è sempre attivo..consumano batteria). Per avere la stessa funzionalità anche quando c'è l'mmaggine ingrandita sul display, bisogna settare su "mode2" l'opzione "LV Close Up Mode" nel Custom Menu D. Possiamo anche avere la stabilizzazione durante le fotografie in sequenza settando ad "Off" lo "Scatto sequenziale + IS Off" nel Custom Menu C ( insomma se VOGLIO la stabilizzazione devo mettere OFF …. ).


2) La visione delle informazioni sul display può essere cambiata tenendo premuto il tasto "Info" e girando una ghiera. Questa non mi sembra molto utile: basta premere più volte il tasto…perché devo usare due diti al posto di uno?


3) La messa a fuoco automatica ed esposizione può essere abilitata in modalità S-AF o MF mettendo a "mode3" la funzione "AEL/AEF" nel Custom Menu A. Mentre la stessa funzione può essere settata in modalità C-AF scegliendo "mode 3" e "mode 4".


4) Possiamo anche usare il tasto "AEL" come "Spot Meter": scegliendo la modalità di misurazione Spot ( opzione "Lett. AEL" nel Custom Menu E ), possiamo utilizzare il tasto come misuratore spot  anche se siamo nelle modalità esposizione "ESP" o a Preferenza Centrale ( questa è proprio carina!)


5) Si può cambiare il limite del tempo di scatto nella funzionalità  "Auto ISO" cambiando il "Flash Slow Limit" nel Custom Menu F. In pratica il range disponibile è tra 1/30 di secondo e 1/250 di secondo ( se alzo il limite, gli ISO si alzano prima: se ho la mano ferma posso permettermi di scattare senza che gli ISO si alzino troppo! ). Da notare che la logica di funzionamento è la seguente: la macchina sceglie  il limite più basso tra quello impostato e quello dato da 1/lunghezza focale dell'obiettivo montato (proprio quello della vecchia e sempre valida regola pratica).




© Raffaello Ferrari 2012